Vaticano padre del nazifascismo

In occasione della giornata della Memoria delle vittime della Shoah
troppo spesso si sente parlare del genocidio come di una novità improvvisa
che stravolge la storia del secolo e la storia in generale.
Ma l' idea della soluzione finale non nasce con i regimi nazifascisti
essa nasce in Vaticano e nelle corti europee.
Con l' emanazione della bolla per la Difesa della purezza del sangue
emessa nel 1511 si trasforma ulteriormente in legge benedetta
la campagna di espulsione e massacro ai danni delle comunità ebraiche
della penisola iberica e di tutti gli stati dipendenti dalla corona spagnola.
La Difesa della Purezza del Sangue
è la prima delirante tesi sul rapporto tra etnia e sangue.
Gli ebrei vengono implicitamente definiti di sangue impuro,
sangue che non deve essere mischiato con quello puro dei cattolici.
Ne deriva che il sangue dei cattolici è superiore a quello degli ebrei
e ben presto sarà ritenuto superiore
al sangue di qualsiasi popolo del mondo non cristiano :
genocidi potranno essere perpetrati con il consenso del vaticano
contro i popoli nativi d' Africa, Asia e America.
La imposizione del cristianesimo negli altri continenti
passa attraverso la < purificazione del sangue > col fuoco.
Fa parte del genocidio la distruzione sistematica
di qualsiasi cultura non subordinata alla autorità del Vaticano :
dalla distruzione di 400.000 volumi della biblioteca di Cordoba
alla distruzione dei documenti dei popoli del centro e sudamerica
alla cancellazione della storia dell' Africa e dell' Oceania.
Le Crociate sono state il primo banco di prova del colonialismo
e la prima operazione di propaganda del regime cattolico
per giustificare aggressioni terroristiche ad altre popolazioni.
La deportazione di milioni di africani fu sistematica
nei secoli del colonialismo cosi come fu sistematico lo sterminio nazifascista :
da venti a quaranta milioni di africani non tornarono più
e morirono di stenti e torture nelle deportazioni.
Lo scopo era lo sfruttamento schiavistico e non lo sterminio
per le generazioni di africani annnientate
ma uguale era la presunzione di superiorità del bianco cattolico
che riteneva la morte dell' africano un accidente e non un omicidio.
Il cattolicesimo nella sua guerra santa e capitalista
contro tutti i popoli non cristiani ammise qualsiasi arma :
si arricchì con le donazioni esentasse delle dinastie
mentre le comunit&agraave; ebraiche dovevano pagare per esistere
e non potevano possedere terreni, case, né abiti nuovi ;
si arricch&igraave; con la vendita dei prodotti ottenuti nelle terre
che aveva ricevuto in dono e sulle quali non pagava tasse,
mentre i piccoli contadini e gli artigiani erano oberati dalle imposte :
si arricchì con la partecipazione al colonialismo
dei vari ordini monastici al seguito di spagnoli, portoghesi, olandesi, francesi ;
si arricchì con la servitù della gleba nell' europa dell' est
e la vendita di benedizioni e favori all' ovest.
Si arricchì enormemente con la Inquisizione fino al 1848.
Neanche un secolo dopo la fine ufficiale della Inquisizione
ci furono le leggi razziali in Italia e Germania contro Ebrei e Rom.
Ai danni delle comunità ebraiche ripresesi dalla Inquisizione
a partire dalla rivoluzione francese
scattò una nuova terrificante campagna di rapina
e di annientamento fisico e psicologico, materiale e culturale,
una campagna di annientamento giustificata di nuovo
con la difesa della purezza del sangue cristiano.
Prima e dopo la eliminazione fisica delle persone
avvenne la spoliazione totale :
sequestro di ogni genere di beni, esclusione dalla vita sociale
eliminazione delle tracce culturali (sinagoghe e libri).
La nuova ondata di massacri su larga scala
si avvale degli strumenti della rivoluzione industriale :
deportazioni più rapide e massicce
eliminazione molto più rapida e massiccia
che avviene in molti casi dopo lo sfruttamento della forza lavoro
in forma schiavistica, come nelle navi e piantagioni coloniali.
Mentre i 40 milioni di africani erano stati massacrati in un secolo
6 milioni tra ebrei, rom e sinti, vengono massacrati in pochi anni,
anche perché la fine della guerra ( persa ) interrompe l' azione.
Il vaticano che non ha ostacolato l' ascesa del nazifascismo
non ne condanna neanche il consolidarsi e la Shoah.
Molti sono i criminali nazifascisti che grazie al Vaticano
e ai servizi segreti occidentali, compiono nuovi massacri in sudamerica. :
le dittature militari si avvalgono della loro bestialità criminale
per torturare ancora una volta ebrei e oppositori politici .
La propaganda ha un ruolo chiave anche nel giustificare questi massacri :
ancora una volta la difesa dei valori cristiani, occidentali, capitalisti.
La propaganda torna oggi a giustificare le nuove deportazioni
di rom e sinti, ma anche di africani, asiatici, americani ,
in nome della difesa supposto superiore modello cristiano e capitalista.
Ai migranti non vengono riconosciuti diritti
ma lasciata la possibilità di mendicare alla mensa del padrone
a patto che si converta e magnifichi le sorti del padrone.
Se l' immigrato si mostra docile e remissivo
otterrà qualche posto di lavoro da servo;
ma se lotta con rabbia e dignità
sarà di nuovo dipinto come pericoloso selvaggio.
Ogni misero persecutore riceverà in premio
il certificato di lappartenenza al branco contro gli esclusi e gli estranei.
Ogni persona immigrata che accetterà di subire offese,
sfruttamento, rapine, e di farsi caporale per i bianchi cristiani
avrà la sua parte di commiserazione da parte del branco,
potrà essere condotta come pecora ostentata dal pastore.
Ecco perché la barbarie criminale nazifascista
non è purtroppo un accidente della storia
ma il frutto del processo di accumulazione capitalista cristiano
portato avanti al prezzo di milioni di morti ancora oggi.

pagina principale