Questo è l' appello di 18 gruppi di ebrei d' Europa contro l' occupazione.
Compare in questo sito per autonoma iniziativa e traduzione di Marco Sbandi,
senza autorizzazione né divieto da parte dei gruppi firmatari


European Jews for a Just Peace, EJJP
Ebrei europei per una pace giusta, EJJP, è una federazione di gruppi ebrei
di diversi paesi europei.
I principi della federazione sono formulati nella
Dichiarazione di Amsterdam :
"Noi, rappresentanti di 18 organizzazioni ebraiche per la pace, di 9 paesi europei,
riuniti nella conferenza dal titolo < Non dire di non saperlo >
tenutasi ad Amsterdam dal 19 al 22 settembre 2002, chiediamo :
A) che il governo di Israele cambi la sua attuale politica e
contribuisca alle proposte contenute nella seguente dichiarazione e
B) a tutti i governi, alle Nazioni Unite e alla Unione Europea
di fare pressione sul governo israeliano affinche sottoscriva la seguente dichiarazione
Noi crediamo che l' unica strada per uscire dalla attuale situazione
sia quella di un accordo basato sulla creazione
di uno stato palestinese indipendente e integro
e la garanzia della sicurezza per Israele e Palestina .
Condanniamo tutte le violenze compiute contro i civili nel corso del conflitto,
indipendentemente dalla identità degli autori .
Noi vogliamo :
- Una fine immediata della occupazione dei territori occupati :
1.West Bank, Gaza e Gerusalemme est con il riconoscimento dei confini del 4 giugno 1967
2. La completa evacuazione di insediamenti ebraici in tutti i territori occupati
3. Il riconoscimento del diritto di entrambi gli stati ad avere Gerusalemme come capitale
4. Il riconoscimento da parte di Israele delle proprie responsabilità
nell' aver creato il problema dei rifugiati palestinesi.
Israele deve riconoscere il principio del diritto dei palestinesi al ritorno
come un diritto umano.
La soluzione pratica al problema verrà fuori da accordi fra le parti
basati su considerazioni giuste, eque e pratiche.
Ciò includerà in compenso,
il ritorno al territorio delo stato di Palestina o di Israele, senza mettere in pericolo la esistenza di Israele.
Noi chiediamo alla comunità internazionale
e in particolare all' Europa
un supporto politico e finanziario.

Questa è La dichiarazione di Amsterdam nei termini stabiliti
dalla Convenzione degli EJJP tenutasi a Parigi nel maggio del 2004


Boicotta l' occupazione
Al meeting tenutosi a Londra nel settembre 2005 lo EJJP ha deciso
di aggiungere alla sua dichiarazione di intenti la seguenti clausole :
a. Lo Ejjp sostiene la azione nonviolenta
tendente a porre fine alla occupazione della Palestina da parte di Israele
e al rispetto delle leggi internazionali da parte di Israele
b. Lo EJJP fa appello a tutti gli stati affinché assicurino che
le loro relazioni con Israele siano in accordo con il diritto internazionale
e con La dichiarazione universale dei diritti umani.

Per 38 anni confische massicce di terre e acque, blocchi stradali,
omicidi mirati, chiusura, coprifuoco, e punizioni collettive
sono state messe in atto nei territori palestinesi occupati
in violazione del diritto internazionale.
Oppressione, segregazione e umiliazione, demolizione di case,
e la costruzione del muro di annessione nella West Bank
e delle barriere intorno alla striscia di Gaza
determinano la vita quotidiana della gente della Palestina occupata.
Sfortunatamente il governo israeliano sta usando
il suo disimpegno unilaterale da Gaza
come copertura per consolidare l' occupazione della West Bank
e l' annessione di vaste aree di terra palestinese.
Il governo israeliano durante gli anni di occupazione si è sentito in diritto
di violare il diritto internazionale, le risoluzioni dell ONU,
la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, la 4a Conferenza di Ginevra,
e anche le decisioni della corte internazionale di giustizia
con il tacito assenso di molta parte della comunità internazionale .
L' ONU e la comunità internazionale hanno fallito
nell' imporre sanzioni efficaci ad Israele per le violazioni del diritto internazionale.
L' azione dei cittadini attraverso l' Europa è quindi richiesta per
fermare l' azione di quei governi che adottano un doppio standard
e continuano ad appoggiare Israele.
I differenti gruppi dello EJJP agiscono nei rispettivi territori
e si uniscono nello EJJP per agire su scala europea e internazionale.

Ejjp
rete Ebrei Contro l' Occupazione
pagina principale del sito edizioni 7 mari
Shoah e Porrajmos
radici europee
brividi
Israele e Palestina quali prospettive
Free Tali Fahima
Free Ezra Nawi