Benvenuti a Tenaganita , domenica 27 novembre 2005
Prostituzione "Palit Bigas"
o di come le donne delle campagne si prostituiscono per mangiare del riso
La giornata mondiale del cibo vede quest' anno nelle Filippine
un aggravarsi della fame.
Con il peggiorare della fame, una moltitudine di donne nelle aree rurali -
dove i cereali sono cresciuti -
sta tornando a quella che viene chiamata prostituzione palit bigas .
La scioccante realtà è emersa in occasione
della 25a giornata mondiale del cibo che cade il 16 ottobre
In tale occasione migliaia di contadini dalle province al sud e al nord di Manila
hanno marciato per diversi chilometri fino al centro della capitale
per una grande protesta fino ai cancelli del palazzo presidenziale.
Una federazione nazionale di donne contadine, Amihan,
stima il numero di donne prostituite nel paese in 800.000 .
Questa cifra è superiore di 200.000 persone a quella di 600.000
data lo scorso anno da Gabriela, la Alleanza Nazionale delle Donne.
Entrambi i gruppi affermano che molte delle donne che si prostituiscono
vengono dalle province.
Il Gabriela Women's Party (GWP) , rappresentato in parlamento da Liza Largoza Maza,
aveva già messo in guardia lo scorso anno
sullo incremento della prostituzione palit bigas.
Il fenomeno del palit bigas (o vendita del corpo per riso)
è stato documentato per la prima volta nel 1992 da Gabriela
in seguito alla eruzione del vulcano Piñatubo al centro di Luzon, dice Maza.
Liza Maza dice anche che in molti casi questi " favori " sessuali
vengono fatti in cambio di una tazza di caffè .
Quanto sono state colpite le donne filippine dalla fame crescente ?
Sono indicativi i casi di Julie Ann e Gina ?
Julie Ann (non si tratta del suo vero nome), 18 anni,
lavora come "addetta alle relazioni con gli ospiti"
eufemismo per ragazza di bar
a Nasugbu, Batangas, circa 3 ore a sud di Manila.
Ella , come racconta a Bulatlat
viene da una famiglia di coltivatori di cereali della provincia di Quezon.
La sua famiglia guadagna circa 200 P filippini (3,61 dollari)
per ogni sacco di grano venduto.
Mentre non sa quanto guadagneranno alla fine della stagione della raccolta del grano
sa che non sarà comunque abbastanza per tutti loro,
e ricorda tanti casi in cui hanno avuto un solo pasto per tutta la giornata.
Per il suo lavoro di ragazza di bar, racconta Julie Ann,
lei guadagna al massimo 1500 P filippini (27,05 dollari)
per lasciare che i clienti la portino con se per una notte.
"Questo è certamente molto più della metà
di quanto tutta la mia famiglia guadagna per vendere sacchi di grano" dice.
Residenti della vicina città di Calatagan, sempre in Batangas,
intervistati da Bulatlat parlano di donne di molti villaggi
che ricorrono alla prostituzione palit bigas.
In molti casi, esse dicono, il chilo di riso che esse ottengono prostituendosi
arriva con poche sardine.
Il caso di Julie Ann è simile a quello di Gina , 26 anni ,
che viene da una famiglia di coltivatori di riso di Montalban, Rizal
circa una ora a nord di Manila.
Ella è apparsa in una recente conferenza stampa promossa da Amihan.
Gina recentemente è tornata al lavoro che aveva lasciato 7 anni fa,
di danzatrice in un locale notturno a Caloocan City
per potersi permettere di comprare medicine per una sorella
affetta da una infezione alle vie urinarie.
Con questo lavoro guadagna circa 700 P filippini (12,62 dollari), molto più dei 5 kg di riso che guadagnava a settimana quando lavorava sulle risaie dell' altopiano di Montalban,
e altri 2 chili li ottiene facendo la lavandaia a noleggio.
taglia anche la legna per il carbone e prende 15P (0,27 dollari)
per ogni 100 pezzi di carbone.
Lei dice che la sua famiglia ha quasi sempre un solo pasto al giorno.

continua

pagina principale / homepage
tenaganita
communist party of philippines
national democratic front of Philippines
Manila Indymedia