Guerra e pace oggi ( 11 dicembre 2009)
sulle false operazioni di pace e le vere operazioni di guerra.

Roma, 10 dicembre 2009 , piazza Barberini
Oltre dieci autoblindo con poliziotti in assetto antisommossa,
attendono un corteo di operai che ancora non si vede.
Il governo Berlusconi ha tagliato i fondi per la benzina delle volanti,
per la carta per stampare mandati di arresto,
per i telefoni portatili e le per gli straordinari.
Risultato : le forze dell ordine hanno difficoltà crescenti
a difendere i cittadini dalla criminalità organizzata
cosi come dai singoli atti penalmente rilevanti
commessi da delinquenti non organizzati.
E quando le forze dell' ordine dopo anni di lavoro,
loro e dei magistrati, senza fondi e sicurezza,
riescono ad arrestare un boss o a sgominare un clan
leggi ideate e scritte al solo scopo di garantire l' impunità al premier
rischiano di far saltare il lavoro dei magistrati e delle forze dell' ordine.
Questo governo che tanti regali ha fatto e sta facendo alla mafia ,
ostacolando i controlli sui cantieri e nelle fabbriche
per la difesa della sicurezza sul lavoro,
paragonando la omertà mafiosa all' eroismo,
ostacolando le indagini sui capitali fraudolenti e sporchi,
cercando di rimettere sul mercato i beni espropriati alla mafia,
non sciogliendo consigli comunali controllati da mafiosi,
spacciando i controlli sulla titiolarità mafiosa delle ditte
per snellimento burocratico e sostegno alla economia,
inventando il reato di immigrazione clandestina,
che regala alla mafia i soldi estorti ai migranti,
i quali hanno già pagato quando vengono respinti
e che per le condizioni di fame e guerra
imposte ai loro paesi dal colonialismo e dal capitalismo
saranno portati a ritentare il viaggio pagando di nuovo,
si sta impossessando ogni giorno di più della cosa pubblica
(acqua, salute, istruzione, trasporti, giustizia)
facendo pagare ai cittadini in generale ed ai lavoratori dipendenti in particolare
il prezzo dello esproprio del pubblico a favore di un corrotto privato
ben introdotto in parlamento, quando non coincidente con il governo.
Questo governo Berlusconi, con il nulla osta del PD
sta offrendo alle nuove generazioni soltanto morte e ignoranza.
Morte sul lavoro, morte per freddo e fame, morte in guerra.
La miseria cresce a vista d' occhio nelle metropoli
e il freddo provoca incidenti mortali che colpiscono i senza tetto
come gli abitanti di ricoveri di fortuna,
bambini e anziani sono le vittime più frequenti.
In una Italia governata da chi spaccia la disonestà per furbizia
e la disoccupazione per un vizio sociale
molti giovani del sud cercano salario e riscossa nelle forze dell' ordine
ma troppo spesso finiscono per essere impiegati
per picchiare i loro coetanei disoccupati e precari
o studenti che pretendono il diritto allo studio,
ed operai vittime dello sfruttamento e della nocività delle lavorazioni.
E un altro miraggio viene presentato a questi giovani :
sistemare la famiglia partecipando alle cosiddette "missioni di pace".
La "pace" consiste nel ridurre al silenzio, e alla morte
coloro che ostacolano gli interessi privati delle imprese coloniali
italiane, europee, americane, giapponesi.
Le "missioni di pace" corrispondono sempre alla difesa di interessi privati
di società petrolifere, di produzione di armi,
di cementificazione selvaggia e stravolgimento del territorio.
La "pace" per il governo Berlusconi come per il PD
è il silenzio degli oppositori poltici e sociali,
il silenzio delle donne, italiane e immigrate,
lavoratrici in fabbrica, nei campi e in casa.
Per garantirsi questo silenzio sono disposti a tutto,
tanto le spese vengono scaricate sulle vittime
come con la rapina del tfr tramite finanziarie private e pubbliche
tramite aumento del costo dei libri e dei corsi
tramite aumento del costo dei trasporti
tramite aumento del costo della vita.
Pasolini, negli anni 70 tra gli studenti in lotta e i poliziotti che li picchiavano
vedeva nei primi la borghesia e nei secondi il proletariato.
Ma i proletari chiamati a picchiare (e ad ucciderlo)
facevano gli interessi di una oligarchia
che allora come oggi è disposta a picchiare ed uccidere
(con i manganelli e le bombe)
pur di garantirsi il potere assoluto, economico e politico.
Una oligarchia ampiamente compromessa con i tentativi di colpi di stato militari
e di esautorazione delle democratiche istituzioni della repubblica
costituita con il sacrificio della Resistenza alla barbarie nazifascista.
Qualsiasi voce critica nei confronti dei delitti commessi dai governanti
costituisce un grave pericolo per il PDL e il PD .
Lo stesso pensare ` una grave minaccia per il fascismo
che forma la compagine di governo ed i revisionisti del PD .
La essenza del fascismo è la vigliacca violenza del branco
istigata da qualche vile mandante che mente da un balcone,
benedetto da qualcuno che si affaccia alla finestra.

Da Bologna a Londra
index
index