Strage contro la redazione del Charlie Hebdo a Parigi

L' attentato contro la redazione del Charlie Hebdo
ricorda la strategia della tensione
e l' uso da parte dei servizi segreti USA e italiani
delle sigle di estrema destra come di estrema sinistra
per colpire tra le altre vittime diversi giornalisti,
ma soprattutto frenare il movimento sindacale e femminista.
Nella Francia di Hollande gli scioperi contro la politica economica
aumentano ogni giorno e cosi le difficoltà
di migliaia di lavoratrici e lavoratori, senza tetto, immigrati, rom.
La strage di Parigi è sulla stessa linea
della espulsione degli immigrati e della deportazione dei rom,
sulla stessa linea della mai cessata ingerenza coloniale in Africa,
sulla stessa linea del governo Vichy
quanto a lasciar correre le aggressioni contro gli ebrei,
e oggi anche contro i musulmani.
Questa strage è fatta per rafforzare la politica di Valls
contro gli immigrati ma anche contro lavoratrici e lavoratori,
per sostenere la politica economica della Merkel
contro il movimento antirazzista,
per sostenere la destra israeliana contro ogni movimento di critica,
per spingere i francesi a rinunciare al diritto di espressione
e affidare le loro vite ad una Sicurezza stranamente sbadata in patria
quanto arrogante in Africa.
La firma musulmana sulla strage di Parigi
vale quanto quella sulle stragi di New York del 2001 :
serve a giustificare altre invasioni e altre repressioni,
altri bombardamenti all' estero e discriminazioni in Francia.
E' la nuova strategia della tensione.

Marco Sbandi
Mogador (Marocco), 8 gennaio 2015

Gladio e le stragi europee
da Bologna a Londra perché le stragi
Italicus Bologna Londra
B.R. Bande Reazionarie
Brividi : attentati contro sinagoghe a Istanbul e mandanti
colpo di stato Repubblicano negli USA 11 9 2001
al Qaida = CIA
Iraq e Siria
pagina principale